Norvegiani

"Farai e disferai in continuazione il tessuto della tua vita, in attesa di trovare la sola esistenza che ti possa appartenere davvero”.

17 maggio: la giornata del gelato?

Magnus, il norvegiano DOC, scrive dalla capitale norvegese per raccontarci chi sono i veri protagonisti del  17 maggio e come celebrano la festa della Costituzione, un giorno che unisce tutta la Norvegia in un colorato e dolce abbraccio.

 

17 maggio 1814. La costituzione Norvegese, una delle più progressive in Europa a quei tempi, viene firmata a Eidsvoll, dichiarando la Norvegia una nazione indipendente. Ancora oggi, più di cento anni dopo, festeggiamo il fatto di aver mandato a casa i danesi, liberandoci da secoli di dominazione esterna. E come si festeggia? Parata militare? No. Fuochi artificiali? No.

La costituzione norvegese si celebra con le sfilate dei bambini che hanno fatto del 17 maggio il loro giorno speciale.  Ogni classe organizza i propri alunni in un “syttende mai-tog”, letteralmente trenino del 17 maggio, una fila festante che si unisce agli altri gruppi per sfilare attraverso le vie della città.

Le sfilate sono organizzate così: uno degli allievi più grandi porta la bandiera ufficiale della scuola, seguito dai compagni di classe che portano le bandiere norvegesi e dalla banda della scuola. Dopo la banda sfilano gli altri allievi in ordine di età, con bandierine norvegesi e striscioni fatti da ogni classe.

La prima sfilata dei bambini in occasione di questa festa fu organizzata nel 1870 a Oslo e le cronache dell’epoca raccontano che vi presero parte 1200 partecipanti. Oggi la sfilata che si snoda per le vie della capitale norvegese è composta da un centinaio di scuole e bande e ha come meta finale il palazzo reale, dove la famiglia del Re si affaccia per salutare dal balcone. Il “syttende mai-tog” non è una prerogativa delle città norvegesi: persino nei paesini più sperduti si tengono queste sfilate. Il canale statale NRK trasmette in diretta le sfilate da tutto il paese: i cronisti spaziano dalla parata in centro ad Oslo, affollato di donne, uomini e bambini col costume ottocentesco, fino alla parata delle Svalbard, dove poche persone sfilano spesso sotto la neve.

 Le parate del 17 maggio si fanno anche all’estero. So che anche questo anno, a Roma, presso la residenza dell’ambasciatore Norvegese in Italia, una ventina di bambini italo-norvegesi, bandierine in mano, seguiranno il “ragazzino” più grande, che in questo caso sarà l’ambasciatore stesso, in giro per il giardino urlando: Hipp, hipp! Hurra!

 Il centro dell’attenzione, dalle Svalbard a Oslo e dall’ambasciatore a Roma, sono i bambini. Si canta una canzone addirittura chiamata ‘L’inno nazionale dei ragazzini’, dove la prima frase è: “Siamo una nazione anche noi, noi piccoli, alti un metro” (Vi ere en nasjon vi med, vi små en alen lange).

Perfino il menu di questa giornata di festa si adegua adottando i cibi preferiti dai bambini norvegesi. Si festeggia col secondo piatto classico di pølser”, seguito dal dolce “is”. Insomma, si festeggia con wurstel e gelato, un menu che sicuramente guadagnerebbe quattro stelle nella guida Michelin per bambini. In onore di questa occasione i genitori norvegesi si affidano per un giorno all’anno alla politica del “laissez faire” e chiudono un occhio, anzi due, abbandonando le regole alimentari che normalmente limitano il consumo di zucchero. Il che significa: i bambini possono mangiarsi quanti gelati vogliono.

Inutile dire che questo approccio liberale, tanto amato dai piccoli norvegesi, spesso si traduce in facce truccate di gelato, vestiti eleganti presto macchiati di cioccolato e, in alcuni casi, in forti mal di pancia alla fine dei festeggiamenti. Parlo di anni ed anni di esperienza personale come bambino viziato di gelato, macchiato e felice come si possa essere solo il 17 maggio.

Buon 17 maggio a tutti, buona giornata dei gelati illimitati!

IMG_1574

L’ambasciatore norvegese impegnato nella parata del 17 maggio a Roma

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tempo fa…

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: