Norvegiani

"Farai e disferai in continuazione il tessuto della tua vita, in attesa di trovare la sola esistenza che ti possa appartenere davvero”.

#Tocca a voi: Noi due e una marea di valigie.

Questa testimonianza ci arriva da Silvia e Luigi, novelli norvegiani sbarcati a Oslo da poco più di una settimana. Hanno deciso di condividere in questo post scritto a quattro mani le motivazioni di questa partenza, le fasi della preparazione e le aspettative con cui affrontano la vita nel nuovo paese. Una lettura interessante per chi parte, è partito o partirà e per chi decide che rimanere sia la scelta migliore.

Noi due e una marea di valigie, che provano a contenere almeno in parte la nostra vita italiana, siamo all’ uscita dell’aeroporto Gardermoen. È il pomeriggio del 6 maggio 2015 e il periodo di transizione iniziato a gennaio di quest’anno, che ci ha ci ha aperto nuovi scenari, finalmente si conclude: ci siamo trasferiti ad Oslo.

Nel capitolo precedente della nostra vita abitavamo in Liguria, avevamo amici e famiglie amorevoli (o per lo meno sopportabili ), avevamo entrambi un lavoro. Silvia era assistente commerciale e Luigi aveva una sua attività, un piccolo hotel a gestione familiare. Cosa ci ha portati ad una scelta tanto radicale?

Siamo stati in Norvegia da turisti due volte, nel 2011 abbiamo passato il nostro primo capodanno ad Oslo e, desiderosi di una conoscenza più approfondita di un paese che ci aveva tanto colpito, siamo tornati nel 2013 per un giro self-made di 2 settimane nel mese di ottobre. Pensare di conoscere un paese in pochi giorni di vacanza non è possibile, tanto meno fare scelte senza averlo mai visitato.

Del paese vichingo ci hanno affascinati le persone, la loro calma e il rispetto del prossimo, la natura e anche il clima, diverso certo dall’Italia, ma non tanto da renderlo inospitale. Senza mai confessarcelo, anche se ci conosciamo e sapevamo bene cosa l’altro avesse in testa, abbiamo iniziato a fare ricerche, leggere blog per meglio conoscere questa realtà, lo stato sociale, i costi. Un’infatuazione non è però sufficiente per decidere di cambiare vita, la nostra casa era in Italia.

A gennaio c’è stata invece una svolta imprevista: Luigi ha venduto il suo albergo e da quel momento potevamo decidere cosa scegliere per noi stessi. Abbiamo fatto lunghe conversazioni e valutazioni, liste di pro e contro e litigi. Nonostante tutto, il cuore e lo stomaco ci dicevano sempre la stessa cosa: Norvegia.

Durante queste lunghe discussioni abbiamo certamente valutato di restare, di investire in qualcosa di nostro, ma bloccati da zero incentivi, banche ostiche, burocrazia infinita e costi proibitivi, ci siamo trovati sempre più orientati in una direzione diversa. Inoltre siamo convinti che la crisi che il nostro paese sta vivendo non sarà di facile soluzione, soprattutto perché stiamo dimostrando, a più livelli, di non saper muovere un passo verso la sua risoluzione. Infine abbiamo riflettuto su quali possibilità l’Italia possa offrire alla nostra famiglia ed ai nostri (futuri) figli: educazione ormai desueta, sottovalutata ed ostracizzata, possibilità scarse, nonnismo e nepotismo. Ci spiace se questa visione può risultare troppo nera, ma pretendere di più per se stessi ed avere molto chiari i lati negativi che ci portano ad una scelta non è mai un errore, finché non lede le libertà altrui. Certo è stato triste salutare amici e parenti.

In questi 4 intensi mesi di preparazione abbiamo prima di tutto iniziato un corso via Skype con un’insegnante norvegese, includendo letture online e programmi tv. Nonostante questa scelta, la nostra conoscenza della lingua ci preclude la maggior parte delle posizioni lavorative, che richiedono la Norskprøve.

Con largo anticipo abbiamo prenotato il volo per contenere i costi e l’appartamento, trovato dopo lunghe ricerche su finn.no, hybel.no e airbnb.no. Abbiamo deciso cosa portare con noi, cosa lasciare in Italia e perfino cosa vendere. Abbiamo cercato di informarci il più possibile riguardo leggi, regolamenti e contratti. Grazie a diversi social (Facebook, Expat-Blog, Internations) abbiamo preso contatti in primis con italiani residenti in Norvegia perché fossero fonte di esperienze e contatti una volta sul posto. È fondamentale cercare di costruire un network quando non si hanno conoscenze, non tanto per motivi lavorativi: un amico serve a tutti, no? Per ultimo, ma non per importanza, abbiamo rivisto i nostri CV ed abbiamo iniziato ad inviarli, anche tramite Facebook, Linkedin, Twitter che qui, a differenza dell’Italia, sono largamente utilizzati per trovare lavoro.

E così eccoci al fatidico 6 Maggio, al momento di lasciare famiglie, amici e il paese natale, che tanto amiamo e tanto ci fa patire.

La prima cosa che facciamo dopo aver lasciato i bagagli in casa è andare a fare la spesa, almeno per la prima cena, e le differenze si notano subito! Lo avevamo messo in conto quindi, superato il momento di sconforto nel trovare prodotti molto diversi dai nostri ed una selezione molto più ridotta, ci rendiamo conto che con un po’ di fantasia si mangia bene anche qui e che si trovano alimenti anche a prezzi accessibili (tenete presente che qui la vita costa dal 20 al 50% in più rispetto all’Italia).

Ovviamente il clima è diverso. Abbiamo lasciato la Liguria con 26 gradi e ci ritroviamo qui con 15, ma ne eravamo coscienti e su questo la pensiamo come Biancamilla: “il problema della Norvegia non è che fa freddo, ma che non fa mai caldo”.

Il primo impatto non è stato facile. Nei mesi precedenti, nonostante i minuziosi preparativi, non potevamo renderci conto fino in fondo di come sarebbe stato ed arrivati qui realizziamo che siamo lontani da tutti, che capiamo davvero a stento la lingua, in un mondo nuovo, solo noi e le valige piene della nostra vita precedente.

In questi giorni Luigi sta provando in un ristorante (ovviamente Italiano), Silvia continua ad inviare CV ed a fare colloqui conoscitivi ma, come detto precedentemente, la conoscenza basica della lingua non incentiva l’assunzione, soprattutto in posizioni impiegatizie. Gli ingegneri sono più avvantaggiati, ma la crisi del petrolio ha reso anche la loro situazione meno sicura. 

Non sappiamo cosa ci aspetta, ma siamo fiduciosi ed entusiasti di questa nuova vita! Per concludere, vorremmo ringraziare i nostri nuovi amici italo-norvegesi per l’aiuto che ci hanno dato e che ancora ci danno ogni giorno!!!

Poster ispiratore a Flåm, foto di Silvia e Luigi nel primo viaggio in Norvegia.

Poster ispiratore a Flåm, foto di Silvia e Luigi nel primo viaggio in Norvegia.

24 commenti su “#Tocca a voi: Noi due e una marea di valigie.

  1. Massimo
    maggio 14, 2015

    Su youtube ci sono parecchie video lezioni gratuite di norvegese, a tutti i livelli. Io qualcosina la sto imparando…

  2. Giovanni Mancia
    maggio 14, 2015

    Ciao! Molto carino il post. Mi interessa sapere cosa intendi con “conoscenza basica della lingua”. Potresti inquadrarla con i classici livelli del CEFR? ^_^

  3. Silvia & Luigi
    maggio 14, 2015

    Ciao Massimo! Vedo che come noi cerchi di documentarti prima di ogni cosa 🙂
    I video possono certamente aiutare (vedi pronuncia), così come le lezioni private (a noi sono state molto utili) per non arrivare del tutto impreparati. Tieni presente però che, per quanto tu possa studiare in italia, non avrai mai una preparazione sufficiente per affrontare un lavoro a contatto con dei madrelingua, poichè sarà sempre conoscenza teorica e mancherà probabilmente di vocabolario.

    @Giovanni Mancia, il livello CEFR corrente per noi due è tra il livello A1 e A2… non male per una felice sopravvivenza 😀

    Restiamo a disposizione!!!!

    • Giovanni
      maggio 14, 2015

      Mi confortate davvero tanto. Io parto il nese prossimo per Trondheim..! Ho soppesato questa decisione per mesi, durante i quali ho monitorato maniacalmente ogni città, ogni statistica meteo, ogni indice economico…perché una scelta per la vita non si fa mai a cuor leggero. E nel frattempo studiavo, leggevo, ascoltavo…ed oggi, senza fatica eccessiva, il mio B1 in norvegese mi accompagna tanto quanto il passaporto. Spero di aver fortuna una volta lassù…perché via email non ho ricevuto riscontri positivi, nonostante i preziosi consigli di Camilla (si vede che hai letto gli opuscoli del VOX 😉 )! Sarò felice, una volta a Trondheim, di raccontarvi la mia esperienza. Med vennlig hilsen!

      • Silvia & Luigi
        maggio 15, 2015

        Davvero mille volte in bocca al lupo! Trondheim è una città bellissima! Appena ti sarà possibile sostieni la Norskeprøve 3 … la prossima sessione sarà a fine novembre. Ti aiuterà infinitamente la certificazione della lingua. Ovviamente se ti presenti con CV in norvegese e ti rivolgi loro solo in norvegese… 1000 punti in più 😀

    • Massimo
      maggio 15, 2015

      Ciao e tusen takk per la risposta; ultimamente mi sono iscritto a workaway.info perché vorrei iniziare facendo qualche ora di lavoretti in cambio di vitto e alloggio sul posto. Nel frattempo avrei tempo per praticare la lingua senza spendere un capitale 😉

      • Silvia & Luigi
        maggio 15, 2015

        è sicuramente una possibilità… ho letto di altri che hanno fatto questa scelta e sicuramente ti aiuta molto nell’apprendere la lingua e nell’integrazione. In bocca al lupo!!!
        PS non conoscevo il sito… davvero interessante!!!

  4. enricobaldolini
    maggio 15, 2015

    Complimenti per la consapevolezza, ed in bocca al lupo per la vostra nuova vita. Vivere in Norvegia è un desiderio che mi accompagna da qualche anno ormai, e tra poco meno di due mesi sarò lì, ancora come turista (sarà la quinta volta dal 2010). Spero un giorno di poter fare quanto siete riusciti a fare voi.

    • Silvia & Luigi
      maggio 15, 2015

      Tusen takk Enrico!!! Goditi la tua fantastica vacanza… ti capiamo 🙂
      se il tuo desiderio si farà irresistibile, speriamo che il nostro post e il blog di Camilla tutto ti aiuti. Lykke til!!!

  5. MarKus
    maggio 16, 2015

    ciao Silvia & Luigi ! dall’italia vi ammiriamo, vi invidiamo e chissà vi seguiremo… quanti anni avete? in bocca al lupo…

  6. Silvia & Luigi
    maggio 17, 2015

    Ciao MarKus!! grazie per l’ammirazione e l’invidia… troppo gentile 😀
    abbiamo 33 e 35 anni, non proprio di primo pelo… ma nell’età perfetta per gestire una scelta tale con il dovuto peso. Speriamo di vederti qui prima o poi. in bocca al lupo per qualsiasi tuo progetto di vita!!!

    • MarKus
      maggio 17, 2015

      ciao Silvia & Luigi ! grazie la risposta.. beh non sarete di primo pelo ma siete sicuramente più avanti nella lingua e nelle scelta 🙂 Io sono del ’74 e mia moglie del ’77… stiamo pensando alla Norvegia dopo esserci stati nel 2009 e nel 2015 in realtà non esattamente a Oslo in quanto troppo città per ciò che stiamo cercando.. buona fortuna!

  7. Giovanni
    maggio 19, 2015

    Ciao Bianca e un ciao a Silvia è Luigi
    mi è piaciuta molto la vostra storia, sto valutando molto la possibilità di trasferirmi in Norvegia spero subito dopo aver sistemato una serie di cose
    Vorrei chiedervi se potete consigliarmi persone o modi per avere informazioni più mirate a ciò che cerco
    Spero al più presto di raggiungervi tutti e conoscervi un saluto a tutti

    • Silvia & Luigi
      maggio 28, 2015

      Ciao Giovanni, mi fa piacere che ti sia piaciuta… dunque dipende molto dalle informazioni che cerchi… annunci? leggi? lavoro? contatti? istruzione?
      intanto ti dico che per la maggior parte delle cose ci sono gruppi su FB in cui troverai tante persona molto disponibili ad aiutarti e consigliarti (vedi ITALIANI IN NORVEGIA o NEW TO OSLO).
      Poi ci sarebbero davvero tanti siti e letture che ti possono aiutare, dipende molto dalla tua direzione… facci sapere….

      • Giovanni
        giugno 1, 2015

        Mille grazie
        la mia direzione :
        vediamo………..
        trovare un lavoro quindi sapere come muovermi e poter spendere al meglio il mio titolo di studio
        come poter imparare la lingua un po’ anche da qui
        avere dei contatti che possano aiutarmi come voi
        e mille altre cose ma per ora queste ritengo siano le più importanti
        voi come state ? come prosegue la vostra avventura?
        nuovamente mille grazie è a presto

      • Silvia & Luigi
        giugno 2, 2015

        Oddio Giovanni… manda una mail a Camilla (trovi l’indirizzo nel suo profilo) e lei ti da la nostra mail… ti aiuto volentieri in modo dettagliato in pvt. Ti va????

      • biancamilla
        giugno 2, 2015

        Ciao Giovanni, scrivimi a questo indirizzo: blog.biancamilla@libero.it così ti posso inviare il contatto di Silvia e Luigi!

  8. paolo
    maggio 21, 2015

    Che bello,Ligure pure io,sono stato in Norvegia più precisamente ad Oslo per due anni consecutivi,il primo vacanziero,dove mi sono spinto pire a Bergen il secondo come stagista nel miglior ristorante dei paesi scandinavi,che dire,mi manca un sacco,la quiete,la gente silenziosa,la natura,la mia affituaria di casa sempre sorridente ed le uscite con i suoi amici,la burocrazia snella,la puntualità e pulizia dei mezzi pubblici,mi piacerebbe tanto potermi trasferire e come voi con gli stessi intenti.

    Lykke til compaesani!!! 🙂

  9. Silvia & Luigi
    maggio 28, 2015

    Grazie mille, Paolo… grazie grazie grazie… e ti auguriamo il meglio 🙂

  10. gattolibero
    giugno 2, 2015

    Silvia e Luigi, avete fatto benissimo, bravi! L’Italia è ormai in pieno declino e la situazione difficilmente cambierà, il problema è proprio la mentalità e la cultura degli italiani, e su questo non vedo proprio possibilità di cambiamento. Anch’io vorrei andarmene, stufa di tanta inciviltà e maleducazione, di un modus vivendi in cui non mi ritrovo per nulla e di un mercato del lavoro da terzo mondo.
    Ma veniamo alle cose positive: la Norvegia è un’ottima scelta, ho avuto il piacere di visitarla e penso che si possa stare davvero bene. Buon tutto!

    • Silvia & Luigi
      giugno 2, 2015

      Ciao Gattolibero… purtroppo l’Italia è un paese meraviglioso governato (e spesso abitato) da ignoranti e menefreghisti… abbiamo fatto questa scelta perchè crediamo in questo paese, che potrebbe offrire a noi e alla nostra famiglia un futuro più concreto. Ma solo il tempo ci darà ragione.

  11. Giovanni
    giugno 7, 2015

    Ciao Bianca spero tu abbia ricevuto il messaggio
    fammi sapere a
    un saluto ciao

  12. Massimo
    settembre 5, 2015

    Ciao a tutti, rieccomi di ritorno da Oslo, 23 giorni in cui ho fatto il primo vero passo (corso intensivo per principianti di 48 ore alla folkeuniversitetet). Ora continuerò a studiare da casa perché ho esaurito il budget, almeno per ora. I libri li ho, le basi della lingua e della pronuncia pure, insomma è quello che volevo e potevo fare…
    Ho trascorso una dozzina di giorni in un bed & breakfast di Nesodden conosciuto attraverso workaway, dove pitturavo l’esterno della casa in cambio di vitto e alloggio. Poi, visto che lì mi rimaneva poco tempo per studiare, mi sono spostato al “solito” ostello Anker, a un paio di isolati dalla scuola di lingue, dove ho potuto completare il corso nel migliore dei modi.
    Però ho lasciato Oslo con amarezza. Mi ero affezionato ai miei compagni di corso (una italiana, gli altri provenienti da tutto il mondo) e anche alla città, nonostante la conoscessi già, ma questa volta ho davvero rischiato la lacrima. Mi sentivo davvero a casa.
    Ma tornando alla lingua, vorrei trovare qualche aiuto on line e pensavo di cercare video, film, cartoni animati in norvegese con sottotitoli sempre nella stessa lingua. Oppure in inglese con sottotitoli in norvegese, o il contrario, insomma qualcosa per ascoltare e leggere la lingua della strada e non solo quella dei libri. Su youtube non ho trovato praticamente niente. Avete info in merito?
    Grazie
    Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tempo fa…

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: