Norvegiani

"Farai e disferai in continuazione il tessuto della tua vita, in attesa di trovare la sola esistenza che ti possa appartenere davvero”.

På legevakt: gita al pronto soccorso IT – ENG Version

ITALIANO: Per celebrare degnamente la mia prima settimana a Oslo e aggiungere un’ennesima crocetta all’elenco di esperienze norvegesi da sperimentare, oggi sono andata al Legevakt, il pronto soccorso. Ci ero già passata a Stavanger, in veste di accompagnatrice di un soggetto febbricitante, subito liquidato dall’infermiera della reception con un lapidario: stia a letto e beva molta acqua. Clicca qui per continuare la lettura

ENGLISH: To celebrate properly my first week here in Oslo and, nonetheless, to add a new experience to my norwegian to-do-list, I have been to the first aid center. It’s not properly my first time: in Stavanger I accompanied my boyfriend, whose feber level was higher than his shoe number. We didn’t get further than the reception, the nurse took a fast look at him and prescribe a simple cure: stay in bed and drink much water. Click here to read the post

ìdownload

11 commenti su “På legevakt: gita al pronto soccorso IT – ENG Version

  1. Lituopadania
    gennaio 22, 2015

    Poteva andarti peggio… avrebbe potuto piovere 🙂

  2. Lituopadania
    gennaio 22, 2015

    Non mi ero accorto di tutti questi commenti ai post precedenti. Devo dire che da quando ti sei ri-trasferita giù al sud il blog ha ripreso vigore e leggerti è sempre un piacere 🙂 Ti ricordo i post sulla musica rock/metal norvegese, rimembri?

    • biancamilla
      gennaio 22, 2015

      Oh yess, ricordo. E dovrò fare una bella ricerca in merito perché, ahimè, sono molto ignorante in materia! 🙂

  3. Giulia
    gennaio 23, 2015

    Anche io ci ho fatto un giretto ad agosto, codice giallo e poi ospedale!
    Il tutto dopo aver visto il medico di famiglia due volte in una settimana e che purtroppo non era riuscitp a capire il problema riempiendomi solo di paracetamolo e ibux! Almeno all’ospedale mi hanno trattata da signora 😉
    A marzo sono a oslo per il festival By:larm, magari incontriamoci per un caffe!
    Ah, comunque sono Giulia da firenze, avevi pubblicato la mia storiella mesi fa, adesso son a Kristiansand.

    • biancamilla
      gennaio 24, 2015

      Ciao Giulia! Avevo intuito fossi tu 🙂 caffé a marzo?volentieri! Com’è Kristiansand?

      • Giulia
        gennaio 29, 2015

        Ok per marzo allora!
        Mah..kristiansand è come tutte le cittadine norvegesi (eccetto Oslo), centro piccolo, percorribile a piedi..carina soprattutto nella zona vecchia chiamata Posebyen con le casine bianche in legno..poi ci sono 3 o 4 area verdi intorno al centro.
        Non è così freddo come ad Oslo o Bergen, però la neve se cade non rimane a lungo, piove abbastanza anche se d’estate sembra essere una metà ambita per le vacanze…
        Per fortuna c’è l’università con 8000studenti (quasi un decimo della popolazione) e la vita culturale è abbastanza vivace..anche se alla lunga i posti in cui vale uscire si contano sulle dita di una mano.
        Come va a Oslo invece?

      • biancamilla
        gennaio 29, 2015

        Oslo per ora mi piace molto, ma 15 giorni sono pochi per valutare una città. Di certo è più grande, più internazionale, più interessante di Bergen e di Stavanger. Più cemento, ma la natura è comunque a poche fermate di metro…e si scia! Se il tempo migliora, appena le giornate si allungano potrei valutare un giretto in giornata a Kristiansand!

  4. Filippo
    gennaio 25, 2015

    Come hai detto tu sono esperienze anche queste, solo poco gradevoli : )

    Nell’ospedale dove faccio tirocinio, a seconda del giorno e dell’orario di accettazione, avresti aspettato circa 1/2 ore per una prima visita di accertamento, altre 2/4 prima della visita specialistica e un altra oretta prima di essere dimessa. Però, per quel che vedo in ospedale, penso che ti avrebbero fatto anche accertamenti radiologici. Però se sei sicura di non aver subito traumi possono essere anche omessi.

    Quando leggo le tue esperienze lìssù divento sempre un pizzico più felice, spero di leggerti presto! Buona guarigione : )

    • biancamilla
      gennaio 25, 2015

      Ciao Filippo! Hai ragione e concordano con te anche molti norvegesi con cui ho parlato: la sanità locale è molto spicciola. Il paracetamolo è rimedio sovrano per quasi tutti i malanni e i controlli approfonditi sono riservati a situazioni di gravità eccezionale. Anche io mi sarei fatta una lastra e avrei controllato i polmoni, visto che sono reduce da una tosse molto forte. Ma vabbè, spero che la combo paracetamolo-compresse di olio di fegato di merluzzo mi dia la forza per superare l’inverno! 🙂

  5. Giovanni
    gennaio 29, 2015

    Ciao Camilla è un piacere leggere nuovamente i tuoi post.
    Spero che tu stia bene e ti sia ripresa al meglio. I tempi per la visita in ospedale sembrano molto simili a quelli Italiani (nei casi migliori). Come mai sei a Oslo perché tale scelta? Vorrei chiederti se puoi dedicare uno spazio e parlare di leggende è miti della Norvegia.
    Un saluto a presto per un tuo nuovo post

    • biancamilla
      gennaio 29, 2015

      Ciao Giovanni! Sto meglio, grazie. Sono tornata in Norvegia, sennò come facevo a continuare il mio amato blog? 🙂 Il post sulla mitologia e sulle leggende, ti anticipo, è nella categoria “presto su norvegiani”, ma devo chiedere aiuto esterno perché non sono abbastanza esperta! A presto 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tempo fa…

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: