Norvegiani

"Farai e disferai in continuazione il tessuto della tua vita, in attesa di trovare la sola esistenza che ti possa appartenere davvero”.

Imparare il norvegese gratis online? Perchè no!

La conoscenza del norvegese è requisito pressoché imprescindibile per chi decida di spostarsi al Nord. Imparare la lingua richiede tempo e, laddove la vita è molto cara per chi arriva con le tasche piene (più o meno) di euro, il tempo è davvero denaro. Studiare il norvegese da soli, prima di partire, potrebbe essere una buona soluzione. Arrivare sul posto con una base linguistica permette di non cadere nella trappola del comodo inglese che-tanto-tutti-capiscono. Meglio buttarsi subito, parlare e, soprattutto, ascoltare i madrelingua.

Mi sono imbattuta in un sito molto interessante, che ho subito deciso di condividere con voi, sperando possa essere utile a qualcuno.

Si tratta del sito www.vox.no dell’istituto norvegese per l’apprendimento preliminare (nasjonalt fagorgan for realkompetanse)in cui è presente l’elenco di tutte le strutture pubbliche e private ufficialmente abilitate all’insegnamento della lingua norvegese. http://www.vox.no/Norsk-og-samfunnskunnskap/Godkjente-tilbydere-av-norskopplaring/

Qui trovate inoltre l’elenco delle date e dei luoghi in cui sostenere la norskprøve. Questo primo esame linguistico consiste di una prova scritta suddivisa in tre parti (lettura, ascolto e composizione testo) e una prova orale. La norskprøve permette di certificare il livello di conoscenza linguistica da A1 a B1, le prove in cui consiste, date e luoghi in cui potete sostenere l’esame. http://www.vox.no/Norsk-og-samfunnskunnskap/Norskprove/

Il motivo per cui ho scritto questo post pochi secondi dopo la scoperta del sito, però, è questo: corsi di norvegese per principianti online gratuiti. Ne ho trovati due.

Beh, li hanno trovati quelli di vox, ma mi prendo lo stesso una piccola fetta di gioia e merito.

Sono stati entrambi gentilmente programmati e offerti dai cervelloni scientifici della NTNU di Trondheim.

Il primo si chiama CALST (computer assisting listening speaking tutor): un vocabolario virtuale a cui accederete grazie a un tutor che vi illustrerà la corretta pronuncia dei termini. Come forse già saprete in Norvegia si parlano moltissimi dialetti e l’accento varia notevolmente di regione in regione: CALST vi permette di selezionare l’area in cui desiderate recarvi, così da imparare subito la pronuncia dei locali.

Il secondo strumento si chiama LearnNow: si tratta di 12 capitoli composti da vocabolario, testi, grammatica ed esercizi per verificare ciò che avete imparato di volta in volta.

Lo so, non ho postato nulla per due mesi, ma spero di essermi fatta perdonare con queste chicche linguistiche!

15 commenti su “Imparare il norvegese gratis online? Perchè no!

  1. Angelo
    novembre 11, 2014

    Grazie mille 😀
    Almeno adesso ho un modo costruttivo per usare il mio tempo libero qui nella terra dei vichinghi.
    Spero che quando arriverà la neve ci saranno più cose da fare, perché al momento è un pelo noioso stare qui :/

    • biancamilla
      novembre 12, 2014

      Ti annoi nella terra dei vichinghi?

      • Angelo
        novembre 14, 2014

        Beh, non ho molto da fare al momento a parte fare lunghe camminate, e ormai conosco a memoria la città dove vivo anche se sono qui da soli tre mesi.

      • biancamilla
        novembre 14, 2014

        Dove ti trovi?

      • Angelo
        novembre 14, 2014

        In una piccola città a 30km da Oslo

  2. daniele bitocchi
    novembre 12, 2014

    Sei di nuovo inNorvegia?

    Complimenti per il blog

    Saluti
    Daniele

    Inviato da iPhone

    >

    • biancamilla
      novembre 12, 2014

      Quasi, il conto alla rovescia è cominciato. Il nuovo anno si avvicina!

  3. Red/
    novembre 13, 2014

    Conosci questi canali youtube?
    https://www.youtube.com/user/Crienexzy
    https://www.youtube.com/user/ThomasTheNorgeScone/featured
    possono essere utili per abituarsi ad ascoltare qualche frase, un po’ di grammatica, etc in norvegese. Un certo tipo di norvegese: di accento, di dialetto, ma anche di prosodia (che é l’ intonazione non delle singole parole, ma delle frasi e del susseguirsi di esse). Ho sentito più volte dire che nelle lingue scandinave è molto importante, perché essa cambia anche il significato delle cose che si stanno dicendo. Ma non sono per niente esperto di ciò, sto solo raccogliendo informazioni. Però sto capendo che sono cose da approfondire perché nella maggior parte dei casi sono caratteristiche che non ci si può nemmeno immaginare se non hai qualcuno che te lo insegna. Io stesso (e tantissimi altri) non ero consapevole del fatto che l’ Inglese a livello di pronuncia é una Stress-Timed Language, mentre al contrario Italiano, Francese e Spagnolo sono delle Syllable-Timed Languages.

    C’è purtroppo da dire che dall’ Italia andando in una libreria specializzata in testi e materiali in lingue straniere quando si va al di fuori delle lingue più diffuse si sperimenta una penuria di materiali che siano grammatiche, libri di testo, dizionari (e loro dimensioni), letture adatte al livello che si è acquisito in una lingua straniera: graded readers per la lettura estensiva.
    Sono interessanti alcuni corsi che si basano sul modello dei testi paralleli, ovverosia libri che hanno come obiettivo di compareare (ed ascoltare audio dello scritto con cd o mp3) la lingua target (quella da apprendere) con una lingua che già si conosce: sfogliando le pagine di detti tipi di libri c’è sempre una pagina scritta in una lingua affiancata da un’ altra con la traduzione. Alcuni prodotti sono dall’ inglese o dal francese verso la il norvegese (lingua target).

    Tempo fa avevo cercato un delucidazioni su internet sulla storia dei dialetti ed avevo trovato scritto che nei corsi viene generalmente insegnato in via standard un tipo di dialetto chiamato Østnorsk. Non ne so abbastanza e sto cercando lumi… vado a spanne, mi sembra di aver letto -all’ incirca- che ciò che si ascolta nei notiziari televisivi a diffusione nazionale viene considerato come: “standard east norwegian” che dovrebbe essere l’ Østnorsk, ma il linguaggio televisivo é sì ispirato a un dialetto in uso a Oslo, ma che é anche è un po’ differente dal modo di parlare in uso fra la gente. Non so se tutto questo sia corretto… se qualcuno può offrirmi dei chiarimenti mi fa cosa gradita!

    Questo documento: http://sanders.phonologist.org/Papers/scholtz-thesis.pdf
    può forse essere di aiuto. All’ interno (copia e incolla) dice :
    Though Norwegian has no official spoken norm, many people consider the dialect
    of Østlandsk (‘Eastern Norwegian,’ lit. ‘Eastland-ish’) to be an unofficial standard. This dialect, spoken in a geographical region in southeast Norway called Østlandet, is widelyconsidered to be the spoken equivalent of Bokm̊al. The version of this dialect spoken byurban, middle-class speakers is often referred to in the literature as “Standard Østnorsk” or “Standard Østlandsk.”
    Centered in Oslo—the capital and largest city of Norway—Standard Østlandsk is

    • biancamilla
      novembre 30, 2014

      Grazie! Consigli davvero molto utili per tutti i lettori 🙂

  4. wif
    maggio 4, 2015

    La storia della lingua è un po’ una scusa per non dare lavori a chi viene da fuori. Non a caso, prima, che c’era più lavoro, non facevano tante storie. Sono protezionisti.
    In Svezia è la stessa cosa e poi scopri che assumono in università gente che non sa mettere in croce due parole di svedese…. E tu, che ti sei fatto il mazzo ma non hai la conoscenza giusta, te ne rimani a casetta… (Questa cosa me l’ha detta per anni il mio compagno danese ma non volevo crederci).
    Guardate che tutto il mondo è paese, purtroppo.
    Auguri

    • paola
      luglio 29, 2015

      wif , ho letto un attimino di commenti e devo dire che sono perplessa…. vorrei trasferirmi da tempo mi sto impegnando ad apprendere le basi della lingua, ma mi sorge una domanda, se devo partire prevenuta? anche in norvegia non ci sono grandi possibilità d inserimento? premetto che non sono alla ricerca della terra promessa ove tutto sia facile e dovuto. ringrazioi nell eventualità abbia un riscontro

  5. lapennasulcomodino
    gennaio 13, 2017

    Se posso, si trova in streaming una serie tv di nome SKAM con audio in norvegese e sottotitoli in italiano, potrebbe essere un buon modo per tenersi in allenamento

    • Camilla Bonetti
      gennaio 20, 2017

      Certo che puoi, anzi devi! SKAM é un tormentone tra i giovani norvegesi 🙂

    • Matteo
      febbraio 24, 2017

      Io sono qui proprio grazie a SKAM! Mi sono appassionato alla lingua… e chissà un giorno ci faro un salto! ho notato che molte parole sono molto simili all’inglese.

  6. Carlotta
    marzo 17, 2017

    Sono anche io qui grazie a SKAM,ne sono ossessionata..andando avanti con le puntate ho scoperto un elevato interesse nei confronti della lingua norvegese e della norvegia…avendo solo 15 purtroppo non ci posso fare un salto e visitarla,ma sto solo aspettando i miei bei 18 anni!😊

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il novembre 11, 2014 da in Forse non tutti sanno che..., Informazioni pratiche con tag , , , , , , , , , , .

Tempo fa…

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: