Norvegiani

"Farai e disferai in continuazione il tessuto della tua vita, in attesa di trovare la sola esistenza che ti possa appartenere davvero”.

Il fantasma dell’ autunno passato

Oggi il blog si è rifatto il look. Una versione più leggera e pratica, estiva direi. Stavo mettendo a punto le ultime modifiche quando ho ripescato una bozza ormai dimenticata: un articolo cominciato a novembre e dedicato proprio a quel mese. Credo che, sebbene completamente fuori stagione, possa dare un’idea precisa di come io abbia vissuto i miei primi mesi di buio. Chissà se questo secondo anno sarà diverso. Per ora mi ricarico di luce contemplando il tramonto alle dieci di sera.

Il mese di novembre non mi è mai piaciuto. Cosa c’è di bello in una noiosa parentesi grigia tra i colori autunnali di ottobre e le luci di Natale? Il povero mese parte male: inaugurato dalla festa di Ognissanti, viene inesorabilmente associato a quell’odore nauseante di incenso, crisantemi e naftalina che ti avvolge nel tour per cimiteri. A seguire, giornate sempre più corte: una coperta di noia e brina copre le montagne in attesa della neve, mentre le pianure spariscono sotto una pesante coltre di nebbia. 

Questi primi giorni non solo hanno confermato questo mio fastidio per il mese di Novembre, ma lo hanno addirittura trasformato in odio assoluto.

Novembre è più cattivo di gennaio: questo aveva infatti gentilmente risparmiato la piantina di basilico. Novembre, no.

ODIO uscire di casa alle sette e mezza di mattina immersa nel buio totale, ODIO dover attendere le nove e mezza per vedere il cielo rischiararsi lentamente e ODIO ancora di più salutare la luce alle tre e mezza di pomeriggio, attuale ora del tramonto.

ODIO la fame incerta di Novembre. Per quanto cerchi di resistere, la tentazione di cenare alle cinque è sempre più forte. Ma non voglio nemmeno pensare a quali terribili sviluppi tale decisione possa portare: a letto alle nove? No, ho lottato per cinque anni di scuola elementare per ottenere la nanna alle 22, non posso rimangiarmi tutto adesso.

ODIO la pioggia che cade incessantemente dal primo di Novembre, a conferma della disgrazia di questo mese. ODIO la pioggia portata da raffiche di vento freddo, che la aiutano a intrufolarsi meglio nella fessura tra il colletto della giacca e il cappuccio. ODIO la pioggia che, se provi ad aprire un ombrello, attende che tu sia in mezzo alla strada per strappartelo dalle mani. ODIO la pioggia che ogni tanto crea il simpatico diversivo di trasformarsi in grandine, tanto per…

A questo punto, in preda allo sconforto totale, ho abbandonato la scrittura. E’ molto probabile che abbia agguantato la prima fonte di zuccheri reperibile nella dispensa e l’abbia divorata, fissando le gocce di pioggia nella luce gialla dei lampioni. Sei mesi dopo, rileggo ridendo queste parole. E aggiungo: non importa cosa vi diranno i norsk riguardo ai terribili zuccheri, malvagi nemici della vostra salute. I dolci, a novembre, mi hanno salvato dalla depressione.

 

Ti potrebbe interessare anche:

Norgesvenn: freddo e altri clichè.
L’autunno e il dottor Bamse
Pioggia: aggiungi più acqua e la domenica è perfetta.

Bergen-rain

4 commenti su “Il fantasma dell’ autunno passato

  1. michiamoblogjamesblog
    maggio 3, 2013

    la foto è bellissima…te lo dice uno nato in novembre…

    • biancamilla
      maggio 3, 2013

      Anche l’ombrello si rifiuta di uscire di casa con certe condizioni meteo!
      Articolo scritto con massimo rispetto e stima per i nati a novembre, beninteso!

  2. William
    settembre 12, 2016

    Bell’articolo, scrivi davvero bene;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tempo fa…

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: