Norvegiani

"Farai e disferai in continuazione il tessuto della tua vita, in attesa di trovare la sola esistenza che ti possa appartenere davvero”.

I cugini di Scandinavia

I norvegesi sono patriottici: la parata del 17 maggio, l’esposizione della bandiera in occasione dei compleanni e l’entusiasmo che accompagna le loro vittorie sportive danno tutte prova di un forte senso di appartenenza. Questa identità nazionale si è creata, tra le altre ragioni, dal desiderio di differenziarsi da Svezia e Danimarca, due Stati la cui storia si intreccia profondamente a quella norvegese. Facciamo un breve riassunto:

C’era una volta, nel lontano 1319, il re Haakon V di Norvegia, che morì senza eredi maschi. Sua figlia sposò Magnus Eriksson di Svezia, e il loro figlio si ritrovò così a governare entrambi i paesi, che vennero poi uniti alla Danimarca. Questo grande regno durò fino al 1523, quando la Svezia decise di uscirne. La Norvegia rimase invece unita alla Danimarca fino al 1814, quando il re di Danimarca-Norvegia dovette cedere la Norvegia al re di Svezia a seguito della sua alleanza con la Francia durante le guerre napoleoniche. A poco valse il tentativo di ribellione dei norvegesi: ormai erano uniti, volenti o nolenti, alla Svezia. Questo matrimonio infelice non fu però completamente negativo: la dominazione svedese innescò, infatti, un processo di modernizzazione e di rinascita culturale che li portò a ottenere pacificamente l’indipendenza nel 1905.

Per queste ragioni storiche, l’identità nazionale norvegese è stata profondamente influenzata dalla contrapposizione a Danimarca e Svezia: la prima era associata alla borghesia urbana e a un certo snobismo; la seconda all’arroganza e al potere centrale dello Stato. La Norvegia ha così deciso di enfatizzare la propria ricchezza naturale e lo stile di vita rurale, custodendo questi valori identitari fino ai giorni nostri.

Ancora oggi, i norvegesi dipingono i cugini svedesi come estremamente razionali, arroganti e prepotenti. A loro volta, questi rispondono definendo i norsk come dei mangia-salmoni con gli stivali sporchi di fango, che hanno potuto acquistare solo di recente grazie ai proventi del petrolio. Per entrambi i popoli, mai tifo è più acceso che in un match sportivo in cui si possano fronteggiare e nulla è più umiliante di una sconfitta.

I danesi sono invece i cugini di città più amichevoli, edonisti e gioviali. La simpatia è abbastanza ricambiata: i norsk sono visti come gli amici di campagna che hanno studiato meno, ma che sono onesti e retti, e che vivono a stretto contatto con la natura spettacolare che li circonda.

Come spesso accade, le barzellette sottolineano bene le caratteristiche dei singoli paesi e questa credo descriva al meglio i cugini scandinavi:

Un danese, uno svedese e un norvegese naufragano sulla proverbiale isola deserta. Proprio mentre si disperano alla ricerca di un modo per andarsene, appare loro un genio, che dice: “Ciascuno di voi può esprimere un solo desiderio e io lo avvererò”.

Lo svedese risponde subito: “Vorrei tornare alla mia bella e spaziosa casa, con la mia Volvo, il televisore nuovo e l’arredamento IKEA”. E puff, sparisce.

E’ il turno del danese: “Vorrei tornare al mio moderno loft a Copenaghen, sprofondare nel mio bel divano con la mia sexy fidanzata e con una cassa di birra”. E puff, sparisce.

Il norvegese ci pensa un po’, poi dice al genio: “Uff uff, mi sento improvvisamente così triste e solo qui. Vorrei che i miei due amici tornassero”.

 

Ti potrebbe interessare anche:

Norvegia: vizi, vezzi e paranoie. Parte prima
Felici da morire: la questione suicidi.
Perché VI trasferirete in Norvegia

5254_118473407079_574607079_2245379_8368682_n

17 commenti su “I cugini di Scandinavia

  1. adrienne riordan
    aprile 22, 2013

    Carinissima la barzelletta, anche se temo di averla già sentita riferita ad altri.
    Hai presente il webcomic Scandinavia and the world? Rispecchia alla perfezione i modi di vedersi a vicenda delle tre nazioni (più quelle del resto del mondo!) proprio come li hai descritti tu.
    C’è da dire che saranno molto combattivi durante le partite sportive, eppure si scambiano sempre i 12 points durante l’Eurovision Song Contest (e proprio il Melodifestivalen svedese di quest’anno mi fa pensare che mica hanno tutti i torti i norvegesi a ritenere gli svedesi arroganti e prepotenti)! 😀

    Ad ogni modo, quanta invidia fa il patriottismo degli altri? Quanto mi piacerebbe provare qualcosa di simile per l’Italia!

  2. biancamilla
    aprile 23, 2013

    Non conosco Scandinavia and the world, devo informarmi! Comunque a patriottismo, non ho nulla da invidiare ai norvegesi nell’orgoglio che provo quando qualche italiano fa qualcosa di buono per il mondo (e succede, solo che a noi piace più piagnucolare e demolirci da soli) e quando battiamo i cugini francesi!

  3. adrienne riordan
    aprile 23, 2013

    orgoglio per gli italiani meritevoli non è la stessa cosa di gioire per la propria nazione alle feste nazionali…

    http://satwcomic.com/ buon divertimento! 🙂

  4. Suom(I)taly
    aprile 24, 2013

    Seguo da un po’ il tuo blog anche se credo di non aver ancora commentato.
    Recentemente ho conosciuto un norvegese e abbiamo parlato/scherzato sugli stereotipi di questo tipo.
    Ricordo che una delle prime cose che mi ha detto è stato che io non parlo inglese con un accento italiano. Non ho capito esattamente cosa volesse intendere 🙂

    • biancamilla
      aprile 24, 2013

      Innanzitutto, devo farti i complimenti per il tuo blog. E’interessante, ricco di link e informazioni..ottimo!
      Poi, curiosità personale: che fai in Finlandia?
      Infine, l’inglese senza accento italiano. Probabilmente imparare il finsk è stata un’esperienza tanto intensa da cancellare l’andamento cantilenante a vocali spalancate con cui tendiamo a parlare inglese noi italiche genti 🙂

      • Suom(I)taly
        aprile 25, 2013

        Grazie. In Finlandia ci lavoro e ci vivo … ormai da qualche anno.

  5. Michele
    aprile 25, 2013

    ciao Biancamilla, come và? Dopo un pò di mesi dalla mia richiesta sono finalmente in Norvegia (da 10 giorni) per qualche mese, poi si vedrà. Io non sto notando tutta questa freddezza, solo che i loro modi estremanente cortesi a volte sono disorientanti, soprattuto per uno abituato al calore un pò invadente tipico del sud Italia. La cittadina in cui sto si chiama Åsnes, a ovest di Oslo, vicino al confine con la Svezia.
    Se ti và puoi contattarmi sulla mia mail: mik vhd 86 chiocciola libero. it. senza gli spazi. A presto!!!!

    • biancamilla
      maggio 2, 2013

      Ciao! Oh che bella notizia, che fai da queste parti? Deduco dalla tua mail che scrivi da tastiera norsk, la maledetta chiocciola si trova sul 2 🙂

      • Michele
        maggio 9, 2013

        Passerò qualche mese come working guest in una fattoria norvegese, è il modo più semplice e soprattutto economico per conoscere questa terra e chi la abita. Ho ancora circa 5 mesi per andare un pò in giro, imparare i rudimenti della lingua e decidere se è il caso di rimanere a lavorare e magari studiare quí. Comunque avevi ragione: è difficile parlare norvegese con i norvegesi!

  6. sasy
    maggio 3, 2013

    intanto i “mangiasalmoni” sono il paese più ricco d’europa alla faccia degli svedesi (lo dicono le statistiche)

    • biancamilla
      maggio 3, 2013

      Eh si, non sono gli svedesi quelli seduti sui giacimenti petroliferi ehehe 🙂

      • sasy
        maggio 6, 2013

        già… ma ricchezza a parte, è vero che se vai al centro di una piazza di una città norvegese e ti metti a gridare “HAAAAAAANSEN!!!!!!!” si girano tutti??? (hansen è più o meno come il cognome ROSSI in italia)

  7. Nico
    giugno 17, 2013

    Ciao Camilla!molto bello il tuo blog,l’ho spulciato tutto e l’ho piazzato subito tra i miei preferiti da tempo 🙂
    A me piacciono molto la Scandinavia e la zona del “Benelux”..ovviamente tutto con un occhio al futuro.Sono stato in Svezia (la mia adorata Svezia!) in periodi diversi e devo dire che temi,pensieri e stili di vita sono similissimi! 🙂
    Devo chiederti un paio di favori però.. il primo:se potessi linkarmi un blog di una expat in lussemburgo che risultava nel tuo blogroll tempo fa. il secondo:scrivi quando puoi,ma non smettere di farlo!la tua esperienza li nel bene o nel male arricchisce la gente che dall’italia si prepara a spiccare il volo!
    Saluti da quella parte di Italia col naso all’insù 😉

    • biancamilla
      giugno 18, 2013

      Ciao Nico. Innanzitutto: grazie, grazie, grazie. Quando si ha un blog, a volte ci si chiede se le ore passate al pc a scrivere portino, oltre alla passione personale, anche a qualcosa di utile per chi legge. Il tuo riscontro mi fa davvero piacere! Per quanto riguarda il blog sul Lussemburgo, devo “riaprire gli archivi” e cercare. Ti faccio sapere al più presto. Buona giornata 🙂

  8. Nico
    giugno 18, 2013

    Avevi dubbi??Utilissimo!! 🙂 attendo tue notizie,una buona giornata anche a te 😀

  9. wtf
    giugno 14, 2014

    È verissimo gli svedesi sono arroganti. Tutti neo-ricchi. lasciano sporco dove passano perché ora pulire significa appartenere a una classe sociale bassa. Per le pulizie ci sono gli immigrati. Fatti un giro la mattina di fronte alla Kungliga Biblioteket e vedi che zozzerie lasciano sui prati. E sono gli svedesi-bene, quelli che vedi girare in Italia. Tuttavia, gli svedesi stanno diventando tutti così. Ora che le classi sociali si stanno riformando (altro che socialdemocrazia) secondo loro i nobili sono gli autoctoni, visibilmente nordici. Gli altri non contano nulla.
    Sono diventati così negli ultimi dieci anni e il cambiamento è notevolissimo negli ultimi due anni. L’avvento degli I-Phone li ha resi stronzi da morire.

  10. wtf
    giugno 14, 2014

    I norvegesi rimangono comunque dei coatti agli occhi degli svedesi non solo per ragioni storiche ma pure culturali. La monarchia svedese è in realtà francese e gli svedesi sono per certi versi francesizzati. È chiaro che vedano i norvegesi come dei cafoni (e in realtà lo sono pure un po’, sono effettivamente più grezzi).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tempo fa…

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: